Copertina ALLA SCOPERTA DELLA ROCCA DI URGNANO
Una gita suggestiva è sicuramente quella nella Rocca di Urgnano, le sue origini non sono ancora ben definite. Alcuni testi indicherebbero una costruzione già presente al secolo X, sicuramente con funzione difensiva. Nel 1100 si ha notizia di ben 77 castelli nella provincia di Bergamo. 
Sul lato est della rocca, all’esterno delle mura e dell’ampio fossato, sorgono quelle che anticamente erano le aie del castello che ospitavano sia le scuderie per i cavalli che la fattoria vera e propria. In questo ampio cortile spicca la struttura dell’ antica cappella di proprietà della famiglia Albani, collegata al vecchio maniero da un ponticello dotato di un ponte levatoio posto sopra il fossato. Esso risale all’anno 1483, nonostante oggi non sia più colmo d’acqua, risulta perfettamente conservato. Costituiva un importante elemento difensivo per la rocca. L’acqua al suo interno, oltre ad essere un ostacolo, aveva un grande impatto emotivo sui soldati nemici perché le mura che vi si specchiavano assumevano una maggiore imponenza.
Ogni anno la Rocca ospita vari eventi fra cui la “Festa in Rocca”, che prevede manifestazioni storiche, con rievocazioni medioevali e scene animate che si snodano all’interno e all’esterno del castello.
Inoltre vengono aperte al pubblico le Aie adiacenti alla Rocca che ospitano, in questa suggestiva location, l’area ristoro animata da musica, giullari in costume e combattimenti dove sarà possibile mangiare e bere in compagnia.
Tre serate vedranno poi la riproposta de «La Rocca del Mistero», l’ormai classico percorso thrilling, liberamente ispirato al romanzo «Il nome della rosa», che si snoda tra morti misteriose nella penombra delle sale del castello.

Indirizzo: Via Rocca, 24059 Urgnano BG